Sterilizzazione

E’ l’adozione di tutte le misure volte ad eliminare i rischi d’infezioni crociate.

Le misure di sicurezza adottate corrispondono al D. Lgs 626/94 per la salvaguardia della salute dei Pazienti e degli operatori.


Utilizzo dei dispositivi di protezione individuali:
a titolo esemplificativo ( DPI ) che adottiamo sono i guanti monouso, le mascherine e gli occhiali di protezione: per i Pazienti, l’uso di barriere di protezione idonee a prevenire l’esposizione della cute e delle mucose con un largo uso di materiale monouso.

Disinfezione dello studio odontoiatrico: all’inizio e fine turno di lavoro, tra un Paziente e l’altro si procede ad un lavaggio delle parti esposte con tensioattivi e prodotti antisettici. (Battericidi, fungicidi, Virucidi, inclusi HIV, HBV; HCV).


Sala per la sterilizzazione
Materiali monouso

Pulizia, disinfezione e sterilizzazione dei ferri:

Protocolli operativi e fasi di lavoro: prima della sterilizzazione tutti i materiali contaminati vengono immersi in una soluzione contenente agenti chimici efficaci contro il rischio di HIV. (specchietti,spicilli, pinzette, pinze per estrazioni ,manipoli, ablatori ad ultrasuoni, le siringhe aria acqua, le frese e lo strumentario endodontico)

Al termine del periodo di immersione i materiali vengono estratti e inviati alla successiva fase di lavaggio.
Collocati all’interno della lavastumenti automatica termodisinfettante, viene avviato il programma di disinfezione. Al termine del processo di decontaminazione, si procede con il lavaggio manuale e ultrasonico, sottoponendolo ad una rigorosa procedura con lo scopo di rimuovere i residui di sostanze organiche e inorganiche, e di conseguenza anche i microrganismi, che magari con il programma del lavaferri, seppure a 100°C non sono stati rimossi.


Lavastrumenti Termodisinfettante
Imbustamento

Asciugatura: dopo il risciacquo in acqua demineralizzata, si provvede ad una accurata asciugatura con aria calda e si avvia al confezionamento in un ambiente diverso da quello da quello in cui si eseguono le operazioni di lavaggio.
Imbustamento: imbustare è un’operazione indispensabile per il mantenimento sterile degli strumenti. Le buste per sterilizzazione sono composte da un film plastico trasparente accoppiato ad una speciale carta a cellule aperte, le quali permettono l’ingresso e la fuoriuscita del vapore durante il ciclo di sterilizzazione.

Sterilizzazione: la fine dell’intero ciclo avviene
nell’autoclave a vapore di classe B; essendo
in grado di sterilizzare le tipologie previste dalla normativa EN13060.
La sterilizzazione avviene secondo due cicli fisici prestabiliti.
Il primo a 134°C per i materiali metallici, il secondo a 121°C per turbine, manipoli, dispositivi con fori ciechi o di piccole dimensioni.

Tutti i rifiuti sanitari speciali a rischio infettivo dello studio,vengono smaltiti secondo la procedura di cui alla legge 10./ 02./ 89, n. 45


Autoclave (Sterilizzatrice)

Autoclave (Sterilizzatrice)

Rifiuti Speciali